Community Forum Contest e iniziative Blender Italia Contest Contest artistici mensili Blender Italia Contest (BIC) 10-2021 “Città volanti”

Taggato: 

Stai visualizzando 22 post - dal 1 a 22 (di 22 totali)
  • Autore
    Post
  • andcamp
    Moderatore
    @andcampAssociato
    #856462

    Benvenuti nella discussione dove pubblicare le vostre immagini per partecipare a questo Contest di Blender.it. Il termine ultimo per la sottomissione delle vostre opere sono le ore 24 di Mercoledì 27 Ottobre

     

    Luoghi di una élite ormai distaccatasi dai problemi e dalle miserie della popolazione, o dimore mitiche di dei che guardano curiosi le vicende degli uomini sulla Terra, o centro di comunità di uomini falco per cui il volo è l’essenza del vivere, o centri nevralgici di mondi fantascientifici, oppure modus vivendi di pianeti con atmosfera ma spezzettati, in cui la cui gravità non sembra seguire le normali leggi della Natura, le città volanti (tema del Contest di questo mese di Ottobre) hanno sempre ispirato la fantasia umana. Compito del treddista sarà quello di raffigurarle collocate nel loro ambiente, o illustrarle al loro interno,  però rimarcando nell’esecuzione il fatto che stanno volando, oppure ambientare una storia o un’avventura che le riguardi.

     

     

    In seguito alle domande pervenute, specifichiamo anche qui:

    – è possibile utilizzare Substance Painter per realizzare le texture?

    – no, usate il texture paint e i nodi dei materiali di Blender

     

     

    Riportiamo inoltre qui appresso il regolamento, vincolante per l’accettazione della vostra opera:

     

    REGOLAMENTO

     

    – Ogni partecipante dovrà aprire una discussione nella sezione Work In Progress del Forum di blender.it dove potrà condividere i propri progressi e ricevere consigli dagli altri membri della comunità almeno 48 ore prima della scadenza della consegna dei lavori. Il titolo della discussione dovrà essere cosi formato: BIC 10-2021 “Città volanti” – [Nome Utente].
    – Non si accettano work in progress su FACEBOOK o altre piattaforme simili.
    – Il lavoro deve essere eseguito interamente utilizzando il programma Blender 3D.
    – Non è ammesso l’utilizzo di modelli di terze parti (acquistati, noleggiati o prestati) così come il riutilizzo di modelli già usati in opere pubblicate precedentemente.
    – Non è ammesso l’utilizzo di modelli generati tramite programmi software diversi da Blender.
    – E’ ammesso l’utilizzo degli add-on di Blender.
    – Il lavoro deve essere opera di una sola persona. Niente lavori di gruppo.
    – L’immagine risultante deve essere in qualche modo riconducibile al tema proposto.
    – Potete utilizzare qualunque motore di rendering open source oltre a Cycles.
    – E’ ammesso l’utilizzo di immagini fotografiche come elementi secondari nella propria opera (per esempio come sfondo) purché non ne siano l’elemento prevalente.
    – La postproduzione è accettata ed ammessa in misura ampia, purché non sia predominante rispetto al 3D. Ci fidiamo!
    – Solo l’immagine finale e relativo wireframe dovranno essere postate ENTRO E NON OLTRE il termine ultimo di consegna sopra indicato, pena l’esclusione, nella discussione apposita  che resterà aperta per tutta la durata del contest.

     

    – Le dimensioni dell’immagine, da presentare in formato jpeg, dovranno essere 1280 x 720 (in formato orizzontale) o maggiori, però nelle stesse proporzioni.
    – E’ ammessa la presentazione di una sola immagine finale. Niente animazioni.
    – Gli elaborati svolti non dovranno essere pubblicizzati in alcun modo dai concorrenti prima del termine della votazione, pena l’esclusione dal concorso.
    – Tutte le immagini nella propria discussione WIP, incluse quelle finali ed i wireframe, dovranno essere tassativamente caricate sul sito di blender.it (tramite lo strumento per il caricamento delle immagini dell’editor del post) e non dovranno essere collegamenti da fonti esterne al sito di blender.it, pena l’esclusione dal concorso.

     

    Alla chiusura del Contest, in prima istanza una giuria formata da membri del Consiglio di Blender Italia esprimerà un giudizio sulle opere, tenendo conto dei seguenti criteri: concept/storytelling, modellazione, materiali e texture, illuminazione, post-processing ed estetica generale dell’opera. I lavori presentati dai concorrenti saranno valutati secondo i suddetti criteri usando la seguente graduatoria: 1 insufficiente, 2 sufficiente, 3 buono, 4 ottimo, 5 eccellente.

     

    I primi tre classificati con il maggior numero di preferenze saranno inseriti nella classifica annuale dei Contest Mensili come segue: 3 punti al primo classificato, 2 al secondo ed 1 al terzo.

     

    NON DIMENTICARE!
    Le immagini finali, come tutte le immagini che realizzi, possono essere inserite da te nella tua raccolta “Media” del tuo Profilo presente nel portale di Blender.it. Solo le immagini presenti nelle raccolte “Media” concorrono alla pubblicazione nella Blender Italia Art Gallery.

     

    Note:
    Tutti i diritti dei lavori presentati al contest restano di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, dando però a blender.it licenza completa di pubblicazione a scopo promozionale della comunità.
    I concorrenti sono gli unici e diretti responsabili del rispetto del copyright e del diritto d’autore dei terzi dei quali venga utilizzato materiale nel proprio lavoro.

     

     

     

    Tutorial per realizzare il wireframe della scena https://community.blender.it/forums/topic/wireframe-render-per-blender-2-8/

     

     

     

     

     

    andcamp
    Moderatore
    @andcampAssociato
    #857214

    come da bando, si accettano solo immagini in formato jpeg, per motivi detti in precedenza, pena l’esclusione

    ace99
    Partecipante
    @ace99
    #857311

    Partii, col vantaggio di conoscere bene la strada, ma il viaggio era lungo, il tragitto stupendo e arrivai in vista della Città della Torre d’Avorio solo quando ormai il sole era sceso dietro le montagne. Giusto all’ora in cui solo gli ultimi Incubini si attardano a raggiungere la città, sul dorso dei loro pipistrelli, per andare a raccogliere le consegne per la notte.

    Lorenzo78
    Partecipante
    @lorenzo78Associato
    #857358

    Anno 2025 – La “faglia atlantica” dà segni di movimento i ricercatori iniziano a valutare una possibile apertura

    Anno 2050 – La “faglia atlantica” è sempre più in movimento. Tutte le Nazioni stanno studiando soluzioni per la sopravvivenza della specie umana.

    Anno 2100 – Sono state costruite città sotterranee, città sottomarine, città volanti, e città esplorative per ospitare la popolazione in caso di evacuazione. I terremoti e maremoti sono sempre più frequenti.

    Anno 2115 – In alcuni punti la faglia atlantica si sta spaccando. Tutte le Nazioni hanno dato l’ordine di evacuare alla popolazione.

    Anno 2119 – Tutta la popolazione mondiale è stata evacuata nelle città formando le nuove colonie

    Anno 2120 – La “faglia atlantica” si è aperta – Il mondo come lo conosciamo non esiste più

     

    Angelo Lanzarotti
    Partecipante
    @angelo-lanzarotti
    #857390

    La città volante Zero si profilava davanti al suo sguardo incuriosito e meravigliato.

    Quella era la prima volta che si recava lì. I suoi viaggi l’avevano portato in giro per il mondo, aveva visitato molte città volanti, alcune mastodontiche, altre piccole, alcune belle e armoniose, altre sgraziate e affollate. Zero non era di certo la più grande, né la più piccola; era semplicemente esclusiva, dimora dell’élite dirigenziale del pianeta.

    Osservò la torre altissima, insieme fulcro e simbolo di quella città, che si ergeva dalla base per un chilometro, sfiorando le nuvole che la circondavano. Ai piedi della torre, gli altri edifici della città sembravano minuscoli, seppure alcuni alti anche più di quaranta metri.

    L’aerocottero sul quale viaggiava si stava avvicinando a una delle quattro stazioni gemelle. Il suo sguardo si spostò sulla coppia di eliche che sostenevano la città, facendola fluttuare nell’aria come una leggera piuma, e sulle altre quattro eliche periferiche che la stabilizzavano.

    Pensò alla forza peso, quella che lo teneva incollato al sedile, la stessa forza che, diversi ordini di grandezza più grande, in ogni istante il reattore a fusione nucleare nascosto nella base della città doveva combattere per mantenere quella città immobile nell’aria.

    Lui era lì per controllare quella forza, non la forza peso, la gravità, su cui lui non aveva alcun potere, ma la forza, o meglio la potenza, di quel macchinario vitale per la città.

    Una responsabilità immane!

    Fatto in Blender 2.92.0, immagine finale renderizzata con Cycles. I parallelepipedi a filo di ferro non ombreggiati nell’immagine wireframe sono gli oggetti delle nuvole, renderizzati usando uno shader Principled Volume con texture Gradient e Noise.

     

     

    Shika
    Partecipante
    @shika
    #857395

    Vidi in lontananza un fascio di luce rosa, mi avvicinai incuriosita e fu proprio li che vidi la grande città di Arel. Entusiasta attraversai il ponte: stavo letteralmente fluttuando fra le nuvole. Sembravano cosi soffici, stavo per prenderne un pezzo quando all’improvviso sentì un rumore così forte che mi stordì. Mi risvegliai nel mio letto e capì che non era solo un sogno poiché fra le mani stringevo la soffice nuvola di Arel.

    santarcade
    Partecipante
    @santarcade
    #857430

    La rivoluzione tecnologica, esasperò la velocità di comunicazione, di produzione e consumo di notizie e contenuti,
    e ciò aggravò, a sua volta, il ritmo della rivoluzione tecnologica stessa.

    Come bruchi ossessionati a tessere il proprio solitario baco, i cittadini di ogni dove consacravano le proprie esistenze
    a creare la nuova versione migliorata di ogni cosa;
    dominati, in apparenza, dal fine di generare una nuova forma di vita sintetica, alternativa alla propria.

    Immuni a queste tendenze, alcune piccole comunità storiche, riuscirono a conservare il proprio scandire del tempo,
    incentrato sull’attenzione verso il prossimo, la sensibilità all’arte e alla poesia.

    Mai era troppo tardi per esaudire l’ultimo desiderio di una bambina, tornare sui propri passi per annusare il profumo di un fiore,
    o fermarsi per coccolare un gatto in cerca d’affetto.

    Calliope, figlia di Zeus, olimpica Musa della Poesia, rese immortale la magia di tali enclave di umanità,
    cingendole in bolle di sapone e consegnandole alla leggerezza dell’aria.

    Blender: 2.91.2

    Dedico quest’opera a Santarcangelo di Romagna, terra di artisti e poeti, luogo che amo e luogo in cui vivo, qui ritratta assieme alle sue misteriose grotte.

     

    iulian_lus
    Partecipante
    @iulianlus
    #857447

    “Cambiamenti climatici 2200…”

    la domanda è se raggiungeremo questo livello di viaggiare (e vivere) nello spazio…..

    fenix
    Partecipante
    @fenix64Associato
    #857448

    Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, poiché il primo cielo e la prima terra erano scomparsi, e il mare non c’era piú. E vidi la santa città, la nuova *Gerusalemme, scendere dal cielo da presso Dio, pronta come una *sposa adorna per il suo sposo.»

     

    Apocalisse di Giovanni 21:1-2 NR94

     

    «Egli mi trasportò in spirito su una grande e alta montagna, e mi mostrò la santa città, Gerusalemme, che scendeva dal cielo da presso Dio, con la gloria di Dio. Il suo splendore era simile a quello di una pietra preziosissima, come una pietra di diaspro cristallino. Aveva delle mura grandi e alte; aveva dodici porte, e alle porte dodici angeli. Sulle porte erano scritti dei nomi, che sono quelli delle dodici tribú dei figli d’*Israele. Tre porte erano a oriente, tre a settentrione, tre a mezzogiorno e tre a occidente. Le mura della città avevano dodici fondamenti, e su quelli stavano i dodici nomi di dodici *apostoli dell’Agnello. E colui che mi parlava aveva come misura una canna d’oro, per misurare la città, le sue porte e le sue mura. E la città era quadrata, e la sua lunghezza era uguale alla larghezza; egli misurò la città con la canna, ed era dodicimila *stadi; la lunghezza, la larghezza e l’altezza erano uguali. Ne misurò anche le mura ed erano di centoquarantaquattro *cubiti, a misura d’uomo, adoperata dall’angelo. Le mura erano costruite con diaspro e la città era d’oro puro, simile a terso cristallo. I fondamenti delle mura della città erano adorni d’ogni specie di pietre preziose. Il primo fondamento era di diaspro; il secondo di zaffiro; il terzo di calcedonio; il quarto di smeraldo; il quinto di sardonico; il sesto di sardio; il settimo di crisòlito; l’ottavo di berillo; il nono di topazio; il decimo di crisopazio; l’undicesimo di giacinto; il dodicesimo di ametista. Le dodici porte erano dodici perle e ciascuna era fatta da una perla sola. La piazza della città era d’oro puro, simile a cristallo trasparente. Nella città non vidi alcun *tempio, perché il Signore, Dio onnipotente, e l’Agnello sono il suo tempio. La città non ha bisogno di sole, né di luna che la illumini, perché la gloria di Dio la illumina, e l’Agnello è la sua lampada. Le nazioni cammineranno alla sua luce e i re della terra vi porteranno la loro gloria. Di giorno le sue porte non saranno mai chiuse (la notte non vi sarà piú); e in lei si porterà la gloria e l’onore delle nazioni.»

     

    Apocalisse di Giovanni 21:10-26 NR94

     

    Nella città scorre, limpido come cristallo, il fiume dell’acqua della vita che scaturisce dal trono di Dio e dell’Agnello.

    In mezzo alla piazza della città e sulle due rive del fiume stava l’albero della vita. Esso dà dodici raccolti all’anno, porta il suo frutto ogni mese e le foglie dell’albero sono per la guarigione delle nazioni.

    Apocalisse, 22:2

    MelestorIX
    Membro
    @melestorix
    #857449

    Blender: 2.93.4

    Motore: Cycles Experimental

    Oltre al wireframe puro, allego il rendering del wireframe con displacement (semplificato rispetto al rendering finale).

    Gli elementi presenti in lontananza, sulla destra della scena, non sono visibili nel rendering finale in quanto sono dei Shadow Catcher, serviti per simulare le ombre delle nuvole fotografiche sul deserto.

    —————-

    Diario di un ragazzo:

    Credo non ci sia periodo peggiore per sorvolare l’alto deserto, fa caldo e tra qualche ora farà ancora più caldo, però che vista, capita una volta ogni 9 anni.

    Chissà se hanno mai dato un nome a questa fase…un sole che va e uno che sorge……albonto…tralba?!

    Non vedo l’ora di scorgere i bagliori dei grandi laghi, dicono che lì, parcheggeranno la città per un po’.

    andcamp
    Moderatore
    @andcampAssociato
    #857535

    Risultato delle votazioni:

    È stato assegnato un punteggio secondo questi parametri:

    • Concept o Storytelling: l’originalità dell’idea o la capacità di raccontare una storia
    • Modellazione: qualità e dettaglio della modellazione
    • Materiali e texture: qualità dei materiali e delle texture
    • Illuminazione: qualità dell’illuminazione della scena e del/i soggetto/i
    • Post-processing: complessità e qualità del compositing ed eventuali effetti speciali (VFX)

    I punti assegnati si basano sulla seguente metrica:

    • 1 = Insufficiente
    • 2 = Sufficiente
    • 3 = Buono
    • 4 = Ottimo
    • 5 = Eccellente

    Prima verranno assegnati i punteggi e poi separatamente un giudizio finale

     

     

     

     

     

    Ace99:

    Concept/Storytelling = [4]

    Modellazione = [3]

    Materiali e texture = [2,5]

    Illuminazione = [3]

    Post-Processing = [2,5]

     

     

    Punteggio riassuntivo: 3

     

     

    Elaborato conforme al tema assegnato, con la realizzazione di una atmosfera interessante.

    Città solo un po’ accennata, da lontano gli edifici sembrano grattacieli realizzati con uno stile poco fantasy.

    Modellazione quanto basta per la scena, non molto accurata, gli elementi ci sono tutti anche se singolarmente non di particolare pregio. Un po’ squadrato il vulcano/montagna sullo sfondo.

    Almeno la roccia colpita dalla luce avrebbe dovuto manifestarsi in modo più particolareggiato, con l’aiuto magari di una bump map.

    La luce sotto la città (e sotto la roccia) apparentemente non si sa da dove venga.

    Il riflesso della luce del faro sembra troppo estesa in larghezza rispetto alla grandezza della fonte.

    Alcuni alberi in primo piano, in basso a sinistra, sono conformi alla direzione della luce, altri (quelli giallognoli) sembra di no.

     

     

     

     

    Lorenzo78:

    Concept/Storytelling = [4]

    Modellazione = [3]

    Materiali e texture = [2,5]

    Illuminazione = [2]

    Post-Processing = [1]

     

     

    Punteggio riassuntivo: 2,5

     

     

    Svolto in modo coerente con il tema assegnato. Per la miscela di stili presenti non si sa se l’immagine rappresenti un’illustrazione di un libro o una “ripresa dal vivo”.

    Si apprezza l’intenzione nel voler modellare così tanti elementi, però forse l’inquadratura di una sola parte della città orbitante avrebbe aiutato a definire meglio i particolari, con meno spreco di risorse. Sembra ci sia una sproporzione in dimensioni tra stanze e paesaggio e tra larghezza del ponte e paesaggio. Da migliorare il paesaggio. Camere un po’ ripetute. Le superfici degli involucri esterni delle città un po’ troppo semplici.

    A parte le nuvole, difficile capire la qualità dei materiali, a prima vista relativamente semplici a parte la copertura della città.

    Se le scritte e le indicazioni sono elettroniche, si poteva realizzare un alone con il compositor e magari utilizzare una texture adatta per creare un effetto pixel.

     

     

     

     

    Angelo Lanzarotti:

    Concept/Storytelling = [4]

    Modellazione = [3]

    Materiali e texture = [2,5]

    Illuminazione = [3]

    Post-Processing = [1]

     

     

    Punteggio riassuntivo: 2,7

     

     

    Elaborato conforme con quanto richiesto. Composizione un po’ vuota anche se dà un’idea del cielo ad alta quota.

    Un po’ troppo semplice nella modellazione e nei materiali degli edifici della città.

    Le “casupole” sulla base sono un po’ troppo semplici e sembrano collocate a casaccio. L’aggiunta di velivoli di altro tipo avrebbe arricchito di più la scena. Si apprezzano le nuvole.

    Illuminazione appropriata.

     

     

     

     

    Shika:

    Concept/Storytelling = [4]

    Modellazione = [3]

    Materiali e texture = [2,5]

    Illuminazione = [2,5]

    Post-Processing = [1]

     

     

    Punteggio riassuntivo: 2,6

     

     

    Tema indovinato. Per il ponte ci si sarebbe aspettato qualcosa di più etereo leggendo il racconto.

    La città in stile cartoon, con modellazione e materiali relativamente semplici, fa contrasto con le nuvole “fotorealistiche”.

    L’ambiente rosato poteva andar bene con il racconto, però la sua illuminazione ambientale incide poco sulla città e sul ponte.

    Manca quella parte di post produzione che poteva impreziosire l’ambiente dando un’atmosfera da sogno. (Una vignettatura, un DOF etc.)

     

     

     

     

    Santarcade:

    Concept/Storytelling = [4,5]

    Modellazione = [3,5]

    Materiali e texture = [3]

    Illuminazione = [2]

    Post-Processing = [1]

     

     

    Punteggio riassuntivo: 2,8

     

     

    Tema realizzato con un concept molto fantasioso ed interessante. Si poteva però enfatizzare meglio la “magia di tali enclave di umanità” dando, con luci ed effetti speciali, un’atmosfera romantica alla città (magari in stile presepe), che qui risulta un po’ squallida e smorta.

    Bolla elissoidale invece che sferica, bisognava mediare tra il voler far vedere tutto e l’oggetto in scena.

    Da migliorare i materiali e l’illuminazione un po’ anonimi.

     

     

     

     

    Iulian_lus:

    Concept/Storytelling = [4]

    Modellazione = [4]

    Materiali e texture = [3,5]

    Illuminazione = [2,5]

    Post-Processing = [1]

     

     

    Punteggio riassuntivo: 3

     

     

    Tema indovinato, inquadratura interessante. La vista ha però lo stesso fuoco sia per oggetti vicini che per oggetti lontani centinaia di metri. Forse si poteva dare più importanza alla città in basso, più particolareggiata, e sfocare un po’ la ragazza e la ringhiera, meno definiti.

    Si potevano aggiungere rivettature, o qualche particolare in più, alla ringhiera.

    Stranamente mancano veicoli/velivoli. (Non ci sono le porte nel campo da calcio)

    La tuta con le “toppe” sulle braccia è un po’ infelice, perché confonde dando l’impressione che abbia i gomiti più in alto.

    Per il resto modellazione pulita e particolareggiata.

    Materiali e illuminazione appropriati.

     

     

     

     

    Fenix:

    Concept/Storytelling = [3,5]

    Modellazione = [2,5]

    Materiali e texture = [3]

    Illuminazione = [2]

    Post-Processing = [1]

     

     

    Punteggio riassuntivo: 2,4

     

     

    Elaborato svolto con il tema richiesto. Si era partiti bene, con una città con un concept interessante, alla quale però con il tempo non si è riusciti a dare una giusta collocazione. Manca infatti la realizzazione di quella giusta ambientazione che dia un tono onirico e/o fantastico al suo viaggio, in modo coerente allo stile della sua struttura.

    La resa della modellazione e dei materiali dei pianeti, assomiglianti a sfere lucide, illuminati in modo non sempre appropriato non ha aiutato.

     

     

     

     

    MelestorIX:

    Concept/Storytelling = [4]

    Modellazione = [4]

    Materiali e texture = [4]

    Illuminazione = [3]

    Post-Processing = [2]

     

     

    Punteggio riassuntivo: 3,4

     

     

    Elaborato conforme con quanto richiesto.

    Modellazione meticolosa e ricca di particolari, si potevano variare un po’ alcune costruzioni e aggiungere velivoli di vario tipo.

    Materiali appropriati.

    Illuminazione appropriata, forse troppo estesa la zona luminosa in alto a destra

    Da migliorare il motion blur, magari provando ad aumentare di molto la velocità dell’elica e ampliando la shutter curve.

     

     

     

     

    Classifica:

     

     

    1° classificato MelestorIX                                               con 3,4 punti

    2° classificati Ace99 e Iulian_lus                                      con 3 punti

    3° classificato Santarcade                                              con 2,8 punti

    4° classificato Angelo Lanzarotti                                   con 2,7 punti

    5° classificato Shika                                                        con 2,6 punti

    6° classificato Lorenzo78                                               con 2,5 punti

    7° classificato Fenix                                                        con 2,4 punti

     

     

    Lorenzo78
    Partecipante
    @lorenzo78Associato
    #857538

    Come sempre grazie delle note e delle votazione sono sempre una risorsa importante, per farti capire cosa riesci a trasferire con l’immagine realizzata, e gli errori fatti nella realizzazione. Complimenti al vincitore ed a tutti i partecipanti. :+1:

    Shika
    Partecipante
    @shika
    #857547

    Complimenti a tutti, grazie mille dei consigli. Mi sono divertita davvero tanto sicuramente parteciperò anche ad altri contest 😀

    fenix
    Partecipante
    @fenix64Associato
    #857550

    Dal testo non si evince L atmosfera e i pianeti assumono quella forma Metallica perché essendo fusi è salito alla superfice il metallo

    fenix
    Partecipante
    @fenix64Associato
    #857551

    Comunque complimenti a tutti e un plauso al vincitore.  Grazie per le critiche costruttive che ci fanno crescere

     

    Angelo Lanzarotti
    Partecipante
    @angelo-lanzarotti
    #857553

    Grazie ancora per le critiche che come sempre sono preziose per migliorarsi, e complimenti a tutti i partecipanti.

    Steamboy
    Partecipante
    @divanAssociato
    #857554

    Complimenti al vincitore e a tutti i partecipanti, è sempre interessante seguire questi Contest!!

    ace99
    Partecipante
    @ace99
    #857555

    Ringrazio Blender Italia per la bellissima opportunità! Complimenti a tutti, specialmente a @melestorix per il suo bellissimo lavoro!

    Spero di partecipare ancora in futuro. E’ stata davvero una splendida occasione per mettersi in gioco e creare qualcosa di concreto. Ho imparato tantissimo, anche solo dal fatto di avere un obiettivo e una data di termine. E naturalmente grazie anche alle dritte ricevute.

    A presto!

    santarcade
    Partecipante
    @santarcade
    #857558

    Grazie a tutti,

    bellissima esperienza e commenti utilissimi per decidere su cosa lavorare per migliorare.
    Bravi tutti, continuate così! :+1:

    MelestorIX
    Membro
    @melestorix
    #857560

    Grazie mille a tutti 🙂 e complimenti a tutti i partecipanti! Sono felice che l’immagine sia piaciuta 😀

    È stata una bellissima esperienza, ho imparato veramente tanto facendo questa scena; è sicuramente la più complessa a cui ho mai lavorato…sotto tutti gli aspetti: grandezza, poligoni (displace compresi), luci, materiali, compositing. Ed ho anche imparato che se non si ottimizza bene la scena con i vari layers, anche 24gb di ram, si saturano decisamente in fretta.

    E grazie ai giudici per il commento tecnico  :+1:

    fenix
    Partecipante
    @fenix64Associato
    #857561

    Speriamo che 64gb unificati siano abbastanza  allora

     

    MelestorIX
    Membro
    @melestorix
    #857564

    @fenix64 Per molti lavori anche complessi bastano e avanzano anche 24gb, è tutta una questione di ottimizzazione, nel mio caso ho utilizzato molti modifier subdivision (terreno, nuvole, deserto, rocce), con l’adaptive subdivision (funzione presente solo in Experimental) attivato a 1px di precisione, nello stesso layer. Ho risolto dividendo la scena in livelli e ritoccando il dicing scale degli oggetti che ne avevano meno bisogno.

Stai visualizzando 22 post - dal 1 a 22 (di 22 totali)
  • Il topic ‘Blender Italia Contest (BIC) 10-2021 “Città volanti”’ è chiuso a nuove risposte.